Il genio e il gentiluomo: Einstein e il matematico italiano che salvò la teoria della relatività generale

Portada
Alpha Test, 2004 - 313 pàgines
Al cuore della teoria della relatività generale einsteiniana risiede il lavoro di un matematico italiano: Gregorio Ricci Curbastro. Albert Einstein, dopo essere stato vittima di un vero e proprio "blocco dello scienziato", trovò nel calcolo tensoriale di Ricci l'apparato algoritmico che gli consentì di trasformare un'intuizione sfuggente in una solida teoria fisica. Negli anni Venti il successo della relatività generale offrì un'occasione di rivincita al calcolo tensoriale e al suo creatore. Tuttavia, mentre il mondo trasformava Einstein in una sorta di divo, Ricci Curbastro perseverò nella riservatezza di tutta una vita, tenendosi lontano dalla ribalta. Il libro ripercorre le tappe salienti della vita dei due grandi scienziati.
 

Què opinen els usuaris - Escriviu una ressenya

No hem trobat cap ressenya als llocs habituals.

Continguts

INTRODUZIONE
11
Un geniale scansafatiche
19
La relatività prima di Einstein
38
Una teoria degli invarianti
59
Accoglienza della Relativtheorie
75
Verso un nuovo concetto di gravitazione
90
Un egregio discepolo
123
Gauss e Riemann
144
La svolta tensoriale
161
Ulteriori cimenti
178
cuore della relatività generale
219
Tutte storte le luci in cielo
242
Spaghetti e LeviCivita
261
Matematica predestinata
270
Copyright

Altres edicions - Mostra-ho tot

Frases i termes més freqüents

Informació bibliogràfica