Repertorio di giurisprudenza patria

Portada
Tip. del Repubblicano, 1901
 

QuŔ opinen els usuaris - Escriviu una ressenya

No hem trobat cap ressenya als llocs habituals.

PÓgines seleccionades

Altres edicions - Mostra-ho tot

Frases i termes mÚs freqŘents

Passatges populars

PÓgina 77 - Quando una legge collocasse sulla soglia del matrimonio e nel suo seno l'idea del divorzio, essa avvelenerebbe la santitÓ delle nozze, ne deturperebbe l'onestÓ, perchÚ quella idea si muterebbe nelle mura domestiche in un perenne ed amaro sospetto.
PÓgina 73 - Lo stato e la capacitÓ delle persone ed i rapporti di famiglia sono regolati dalla legge della nazione a cui esse appartengono.
PÓgina 233 - Parte condannata, quando la nullitÓ procederÓ dall'avere la sentenza pronunciala una pena diversa da quella applicata dalla legge alla qualitÓ del crimine, o quando si sarÓ ritenuto come punibile dalla legge un fatto che non lo era o che -aveva cessato di esserlo.
PÓgina 635 - La causa si presume sino a che non si prova il contrario. 1122. La causa Ŕ illecita, quando Ŕ contraria alla legge , al buon costume o all'ordine pubblico.
PÓgina 74 - Non ostante le disposizioni degli articoli precedenti, in nessun caso le leggi, gli atti e le sentenze di Un paese straniero...
PÓgina 77 - II matrimonio Ŕ un' alta istituzione sociale che cade sotto le prescrizioni dello Stato. Allo Stato incombe di regolare i modi con cui la nuova famiglia si costituisce e determinarne i diritti. Il nuovo codice esclude affatto l'idea del divorzio. Quando una legge collocasse sulla soglia del matrimonio e nel suo seno l'idea del divorzio, essa avvelenerebbe la santitÓ delle nozze, ne deturperebbe 1...
PÓgina 737 - L'erede pu˛ far cessare il detto possesso , offrendosi pronto a consegnare all'esecutore testamentario una quantitÓ di danaro bastante al pagamento dei legati di beni mobili , o giustificando d'averli soddisfatti , od assicurandone il pagamento nei modi e tempi voluti dal testatore.
PÓgina 75 - lite si ricorre al disposto dell'art. 103 ee pel quale lo straniero che voglia celebrare matrimonio nel Regno deve presentare all'ufficiale dello stato civile una dichiarazione dell'autoritÓ competente del .paese, cui appartiene, dalla quale consti e' io, giusta le leggi da cui dipende, nulla osta al divisato matrimonio.
PÓgina 726 - ... chiostri, senza questa barbara istituzione, racchiudendo meno uomini, e meno schiavi, non racchiuderebbero forse pi¨ virtuosi? Queste sono le funeste conseguenze delle primogeniture, oggi rese altrettanto pi¨ micidiali, quanto che sono pi¨ frequenti. Non ci Ŕ cittadino, che abbia tre o quattrocento scudi di rendita, che non istituisca un maggiorato. Egli crede di nobilitare la sua famiglia con una ingiustizia autorizzata dalla legge e dal costume de
PÓgina 235 - Quando, nei casi preveduti nei due articoli precedenti, l'offeso sia stato la causa determinante ed ingiusta del fatto, la pena Ŕ diminuita da uno a due terzi ; e, se le offese siano reciproche, il giudice pu˛, secondo le circostanze, dichiarare esenti da pena le parti, od una di esse. Non Ŕ punibile colui che sia stato indotto all'offesa da violenze personali.

Informaciˇ bibliogrÓfica