Codice civile del regno d'Italia

Portada
Stamperia reale, 1865 - 527 pÓgines

Des de l'interior del llibre

QuŔ opinen els usuaris - Escriviu una ressenya

No hem trobat cap ressenya als llocs habituals.

PÓgines seleccionades

Altres edicions - Mostra-ho tot

Frases i termes mÚs freqŘents

Passatges populars

PÓgina 303 - Quando il debitore contrae verso il suo creditore un nuovo debito, il quale viene sostituito all'antico che rimane estinto; 2.░ Quando un nuovo debitore Ŕ sostituito all'antico, il quale viene liberato dal creditore...
PÓgina vi - Lo stato e la capacitÓ delle persone ed i rapporti di famiglia sono regolati dalla legge della nazione a cui esse appartengono.
PÓgina 2 - Il figlio nato in paese estero da padre che ha perduto la cittadinanza prima del suo nascimento, Ŕ riputato straniero. Egli...
PÓgina vii - La sostanza e gli effetti delle obbligazioni si reputano regolati dalla legge del luogo in cui gli atti furono fatti, e, se i contraenti stranieri appartengono ad una stessa nazione, dalla loro legge nazionale. E salva in ogni caso la dimostrazione di una diversa volontÓ.
PÓgina 56 - ... ove sia d'uopo, al presidente del tribunale, collocarlo in quella casa, o in quell'istituto di educazione o di correzione, che reputi pi¨ conveniente a correggerlo e migliorarlo. L'autorizzazione pu˛ essere chiesta anche verbalmente, ed il presidente provvederÓ senza formalitÓ di atti e senza esprimere i motivi del suo decreto.
PÓgina 294 - I creditori*, per il conseguimento di quanto Ŕ loro dovuto, possono esercitare tutti i diritti e tutte le azioni del debitore, eccettuati quei diritti che sono esclusivamente inerenti alla persona del debitore.
PÓgina vi - Le leggi penali e quelle che restringono il libero esercizio dei diritti o formano eccezione alle regole generali o ad altre leggi , non si estendono oltre i casi e tempi in esse espressi.
PÓgina 35 - La moglie non pu˛ donare , alienare beni immobili, sottoporli ad ipoteca, contrarre mutui, cedere o riscuotere .capitali, costituirsi sicurtÓ, nÚ transigere o stare in giudizio relativamente a tali atti, senza l'autorizzazione del marito.
PÓgina 273 - Nel dubbio il contratto s'interpreta contro colui che ha stipulato, ed in favore di quello che ha contratto l'obbligazione.
PÓgina vii - ╚ per˛ in facottÓ dei disponenti o contraenti di seguire le forme della loro legge nazionale , purchŔ questa sia comune a tutte le parti. ź La sostanza e gli effetti delle donazioni e delle disposizioni di ultima volontÓ si reputano...

Informaciˇ bibliogrÓfica